Venerdì, 29 Ottobre 2021 09:20

Tecnologia e mondo femminile: una ricerca di Samsung

Lavoro, casa e svago: come i nostri dispositivi elettronici sono vissuti dall'altra metà del cielo.

In un mondo iperconnesso come quello attuale, la tecnologia si configura sempre più come un mezzo per raggiungere i propri obiettivi, per aprire nuove possibilità: non solo in termini di innovazione e ricerca, ma anche negli usi quotidiani, specialmente se i dispositivi sempre più avanzati consentono di migliorare la propria qualità della vita e svolgere in maniera più agevole e smart le attività di tutti i giorni. In collaborazione con GWI, istituto di ricerche di mercato specializzato in “digital consumer behaviour”, Samsung Electronics Italia ha esplorato - attraverso il coinvolgimento di un campione totalmente al femminile - le nuove declinazioni quotidiane della tecnologia secondo le donne.

Lo smartphone è ovviamente per tutte imprescindibile, a differenza di tablet e PC, che risultano essere strumenti utili soprattutto per le fasce d’età più giovani. Al centro delle attenzioni delle consumatrici anche le smart TV, che si configurano come mezzo per differenti esperienze, dall’intrattenimento all’informazione senza dimenticare lo sport. Anche gli elettrodomestici smart sono apprezzati da un target differenziato per fascia d’età: quello più giovane apprezza lavatrice smart e asciugatrice, grazie al loro essere prodotti avvicinabili e pratici, mentre le donne nel segmento d’età 25-40 preferiscono prodotti connessi in grado di potenziare e ottimizzare le attività in cucina, come dimostra la scelta di frigoriferi e microonde smart.

Nonostante non siano tra i dispositivi più posseduti, i molteplici benefit racchiusi dalla categoria degli elettrodomestici smart sono evidenti, come espresso anche dal campione analizzato: l’affidabilità e la praticità di una casa connessa e tecnologicamente avanzata risultano comuni per tutto il campione, che pur presenta esigenze diverse. Se infatti per la fascia d’età 16-24 il principale benefit degli elettrodomestici smart è quello di lasciare più tempo libero per il relax (33%), le donne nel campione 25-40 apprezzano il supporto nella cura della casa (34%), e sono più attente all’efficienza energetica; il segmento over 40, invece, presta particolare attenzione al risparmio (30,5%). Emerge inoltre, per tutte le fasce d’età, l’interesse a controllare lo stato della propria casa anche da remoto tramite i device adeguati. Avere una casa smart è inoltre percepito come un asset anche nel campo dell’organizzazione domestica: rende infatti più semplice condividere le faccende con gli altri componenti della famiglia.

Quali sono le situazioni in cui la tecnologia risulta più o meno fondamentale? Nella fascia delle Millennial (25-40), come anche dimostrato nelle preferenze riferite ai device, è lo smartworking (52%) l’ambito in cui la tecnologia risulta più importante. In fatto di utilizzi più tradizionali, seguono le Over 40, che nel 34% dei casi ritengono i device molto importanti per potersi tenere in contatto con i propri affetti. E quando si parla di una più equa divisione dei compiti legati alla casa, tra faccende domestiche e organizzazione delle diverse attività della famiglia, risulta unanime per tutte le fasce d’età la convinzione che la tecnologia sia di grande aiuto: lo pensa il 47,6% delle intervistate appartenenti alla Gen Z e il 58,9% delle Millennial, con cui concordano anche le Over 40, con il loro 47,3%.

E a proposito del rapporto dobbe-tecnologia, da segnalare il più recente progetto Samsung dedicato all’universo femminile, il podcast Donne Connesse: sviluppato in 6 episodi, racconta la vita dietro lo schermo di 14 protagoniste, tra cui imprenditrici digitali, creator ed influencer, svelando come la tecnologia ogni giorno le supporti nel conciliare passioni, lavoro, affetti, vita sociale e privata e rivelando i segreti del loro approccio, sempre accompagnato da una buona dose di ironia.