Domenica, 30 Gennaio 2022 08:15

Le migliori app da scaricare di gennaio 2022

Cominciamo un appuntamento che ci porterà a scoprire ogni mese le applicazioni che, secondo noi, meritano di essere prese in considerazione.

L’ecosistema delle applicazioni per i telefoni Android e Apple è in costante fermento e vede ogni mese uscire nuovi programmi. Divisi in categorie è possibile trovare praticamente qualsiasi cosa: dai gestionali per il lavoro ai videogiochi, dalle app che comunicano con le pubbliche amministrazioni a quelle delle banche, passando per hobby, passatempi e tanto altro. Ogni mese tratteremo cinque particolari software che riteniamo meritevoli di menzione, dedicando questo speciale a tutti coloro che si avvicinano al mondo degli smartphone e vogliono un suggerimento per non perdersi nel labirinto di App Store e Play Store. Queste sono le nostre cinque migliori app da scaricare di gennaio 2022.

 

DOCTOLIB

Viviamo ormai nell’epoca delle prenotazioni online: tutto o quasi si può fare da remoto evitando di perdere tempo prezioso. Con l’applicazione Doctolib, gestita da una delle più grandi aziende europee di questo ramo, è possibile fissare un appuntamento dal cellulare con migliaia di medici abilitati e convenzionati con questo sistema. Dopo aver consultato orari e disponibilità, si può scegliere la data preferita per la visita e ottenere l’ok direttamente dalla struttura medica. L’app manda anche un avviso come promemoria per non farci dimenticare dell’appuntamento e, in caso fossimo indisposti, consente anche di cancellare l’impegno senza troppe difficoltà. Alcuni medici abilitati possono addirittura ricevere documentazione e certificati regressi direttamente dal nostro telefonino, velocizzando così tempistiche e burocrazia.

 

CONCORSANDO

La recente pandemia da Covid-19 ha bloccato o rallentato molte attività e settori produttivi. Al contrario, i concorsi pubblici sono “vivi” più che mai, soprattutto a causa dell’elevata richiesta di operatori sanitari che il sistema nazionale sta richiedendo. Scaricando l’app Concorsando, legata all’omonimo sito web, si può accedere a circa 4 milioni di quiz precompilati e con autovalutazione immediata legati direttamente alle banche dati ufficiali dei concorsi pubblici. Esiste quindi l’opzione per fare una simulazione completa e molto realistica, sfidando gli altri candidati virtuali per ottenere alla fine una graduatoria fittizia di controllo. L’app permette anche di riascoltare le domande e relative risposte, stamparle, rileggerle ed esercitarsi ulteriormente su quelle sbagliate. Non promettiamo un successo già scritto, ma sicuramente con il suo utilizzo viene dato un grosso aiuto.

 

WOEBOT

Parliamo adesso di un’app veramente incredibile. Si tratta di Woebot, una intelligenza artificiale che si pone il difficile scopo di aiutare le persone in difficoltà psicologica. Come lo “statement” del programma dichiara, non c’è alcun intento di sostituirsi a un vero medico, ma il software rappresenta un sistema di controllo e autodiagnosi che può aiutarci a capire alcuni meccanismi. Woebot ha vinto il prestigioso premio dei Google Award come miglior app per il benessere, fatto ulteriore che esprime la bontà dello strumento e delle sue funzionalità. L’applicazione serve sostanzialmente a riconoscere alcuni campanelli d’allarme legati allo stress della vita quotidiana, a ridurre il carico mentale dovuto ad alcuni fattori ansiogeni e aiutare le persone nelle loro attività comuni. Il software è stato sviluppato dal fondatore Alison Darcy, dottorato alla Stanford University in psicologia clinica ed esperto di salute mentale. Nell’aprile del 2020 la app Woebot ha aggiunto anche il supporto psicologico per Covid-19.

 

YOUNG PLATFORM


L’anno appena concluso ha portato nel vocabolario di uso comune tantissime nuove parole. Una di queste è sicuramente criptovaluta. Se è vero che bitcoin e altre monete virtuali esistono ormai da tanti anni, è altrettanto vero affermare che solo ultimamente si stanno espandendo fortemente nella cultura di massa e tra le persone “di strada”. Esiste una società italiana denominata Young Platform, fondata da sei studenti del Politecnico di Torino, che dal 2018 permette di acquistare e scambiare in modo rapido e soprattutto semplice le maggiori criptovalute. Basta registrarsi con i propri dati, creando un “wallet” (un portafoglio virtuale) e tramite carta di credito o bonifico si può subito scambiare denaro in Ethereum, Cardano, Dogecoin, Litecoin e tanti altri. Compresi i famosi Bitcoin. Esiste anche la possibilità di impostare un acquisto periodico in modo da creare automaticamente un salvadanaio di moneta virtuale mese dopo mese.

 

TOO GOOD TO GO

Si autoproclama la app numero 1 contro lo spreco alimentare. E guardando alla sua diffusione, equamente divisa tra utenti ed esercizi commerciali, non si fa fatica a crederle. Si chiama Too Good To Go e permette di acquistare da bar, ristoranti e pasticcerie il loro “invenduto” a fine giornata. Invece di finire al macero, tantissimi prodotti ancora buoni da mangiare vengono così prenotati sulla app e ritirati in loco dagli utenti smartphone a pochissimi euro, permettendo ai negozianti di recuperare denaro dai propri invenduti, alle persone di risparmiare e ai generi alimentari di non essere gettati via. Tutti contenti, insomma. Nella app, geolocalizzata, troviamo tutti i commercianti che aderiscono al sistema di Too Good To Go vicini a casa nostra, e nella loro scheda possiamo leggere esattamente cosa producono e cosa metteranno nei “box” da ritirare. Il contenuto è soggetto a variazioni, ovviamente, ma il risparmio rispetto al prezzo da banco è notevole: si va dal 50 per cento in su. (claudio camboni)