Giovedì, 02 Aprile 2020 12:16

LETTERA: "Noi addetti in prima linea per dare una mano"

Riceviamo una testimonianza che porta un contributo interessante al dibattito che in queste settimane si è rincorso sui social network. Per questo la pubblichiamo.

Gentile Redazione,

non è il momento delle polemiche!

Lavoro in un Expert di Salerno del gruppo Somma, un negozio di ELETTRONICA SPECIALIZZATO. Ho voluto specificare la categoria del mio negozio, (dico "mio" poiché ci lavoro da dieci anni ed é come se fosse ormai casa mia), perché rientriamo nella lista ATECO delle attività che vendono beni considerati di primaria necessità.

Premetto che anche noi venditori che siamo sui punti vendita abbiamo paura del contagio da questo terribile nemico invisibile, ma la nostra azienda ha attuato tutte le precauzioni del caso per la nostra sicurezza e quella dei clienti sanificando i locali, mettendo a disposizione igienizzanti, guanti monouso, mascherine, accorciando le ore di apertura con una riduzione del personale gestendoci su turni alternati e addirittura dandoci la possibilità di scegliere se scendere a lavorare o meno per chi non se la sentisse di affrontare questa situazione.

Per tanti sembrerà strano sentire che un'attività commerciale come la nostra possa rientrare in quella famosa lista, ma è cosi!

Questo sta suscitando polemiche un po' ovunque sui social per la nostra riapertura al pubblico, additando i titolari come i nostri aguzzini e carnefici.

Noi crediamo, o almeno la maggior parte, che non sia così!

Non vogliamo paragonarci a chi è veramente in prima linea come medici, infermieri ed operatori sanitari, loro sono i veri eroi, ma anche noi delle retrovie cerchiamo di fare la nostra parte ed essere di sostegno in questo periodo di emergenza.

Sappiamo che in questi giorni c'è stato un assalto ai supermercati con l'acquisto di scorte alimentari, ma se si rompe improvvisamente il frigorifero per poterle conservare e non si ha la possibilità di poterlo acquistare on line, noi ci siamo! Pensiamo alle persone anziane per esempio o se vi abbandona la lavatrice per igienizzare gli indumenti sporchi del lavoro o i vestitini dei vostri piccoli, vogliamo essere per voi un punto di riferimento anche solo per un consiglio su quale scegliere e pensiamo che quello del nostro esperto possa essere sempre utile e magari dando la possibilità di acquistare un notebook per lo smart working o lo studio dei vostri figli che si collegano con la scuola per le loro lezioni o una stampante per l'ennesima autocertificazione del dpcm di Conte.

Potrei continuare ancora con tanti altri esempi sulle cose di prima necessità che i negozi come il mio vendono, ma credo di aver dato l'idea di ciò che voglio trasmettere.

Tutto ciò per sottolineare la nostra voglia di poter essere di aiuto a chi ne ha bisogno e sentirci parte di qualcosa di più grande perché #insiemecelafaremo ed #andratuttobene.

#expert #expertsomma

 

Marco Rampolla, Salerno