Sabato, 10 Luglio 2021 08:26

L'Institut Pasteur de Lille ha valutato l'efficacia dei purificatori d'aria Daikin contro i virus respiratori

La prova ha riguardato un coronavirus appartenente alla stessa famiglia del SARS-Cov-2, responsabile della pandemia da COVID-19.

Daikin ha affidato al laboratorio francese Institut Pasteur de Lille la prova della sua gamma di purificatori d’aria. È stato dimostrato che i suoi modelli eliminano oltre il 99,98% del coronavirus umano HCoV-229E in 2,5 minuti. HCoV-229E è un coronavirus strettamente connesso a SARS-CoV-2. Quest’ultimo non è stato usato per motivi di sicurezza. “L’appartenenza dei due virus alla stessa famiglia - si legge in una nota ufficiale - costituisce una chiara indicazione del fatto che i purificatori d’aria Daikin rappresentano armi potenti in grado di ridurre il rischio di trasmissione del virus e contribuiscono a combattere la pandemia da COVID-19”.

L’efficacia dei purificatori d’aria è da ricondurre alla combinazione di due elementi: un filtro HEPA elettrostatico dalle prestazioni elevate, che cattura il virus, e un’intensa esposizione successiva alla tecnologia brevettata Flash Streamer, che elimina il virus.

Secondo Olivier Luminati, Project Manager di Daikin per la purificazione dell’aria e la ventilazione, che ha lavorato a stretto contatto con l’Institut Pasteur de Lille, “i risultati dei test rappresentano un’ottima notizia per la società. Proprio nel momento in cui tutti si stanno preparando a tornare in ufficio e alla normalità, possiamo creare le condizioni per farlo in modo più sicuro. L’impegno profuso da Daikin nel creare ambienti interni sani si è tradotto in un ampio portafoglio di prodotti per la filtrazione e la purificazione dell’aria. Ci serviamo di queste tecnologie nelle nostre soluzioni di climatizzazione, riscaldamento e ventilazione destinate ad applicazioni su piccola e larga scala. Sostanzialmente possiamo aiutare chiunque necessiti di aria interna fresca e pulita a trovare la soluzione più adatta”.