Martedì, 19 Marzo 2024 11:42

Meliconi, il leader che fa il leader

L'azienda bolognese, prima in assoluto, allarga il mercato dei supporti tv con soluzioni per le pareti in cartongesso. E per il retail si amplia il business. Rilanciamo il servizio publiredazionale che compare nel numero cartaceo di marzo-aprile 2024.

La cultura popolare sostiene che se diventare leader di qualcosa non è semplice, restare leader di quel qualcosa è ancora più complicato. Meliconi domina il mercato dei supporti tv sostanzialmente da sempre, con quote che in altre epoche storiche si sarebbero definite bulgare. E già questo è un primo miracolo, da intendersi non per esprimere casualità bensì impresa titanica. Ebbene, lo scorso anno l’azienda bolognese che ha inventato il celeberrimo Guscio Meliconi ha messo a segno un secondo miracolo, ancora più arduo del primo. In un settore tv a picco, con segni meno da far tremare i polsi, ci si aspetterebbe che il primo a essere penalizzato sia il leader incontrastato. Ma non quando si tratta di Meliconi. La quale è passata da una quota di mercato TSS (Technical Superstore + Electronic Chains) a valore del 49,3% nel 2022 al 50% secco nel 2023. Insomma, da produttore di supporti tv ha guadagnato terreno quando il terreno si riduceva. 

Allora la domanda che nasce puntualmente spontanea è una e una sola: come diavolo ce l’ha fatta? Le risposte sono diverse. Alcune prevedibili, altre molto meno. Tra le prevedibili - ma non certo scontate - c’è la qualità intrinseca del prodotto. Una qualità legata anche alla produzione completamente italiana. Aspetto, questo, che va rimarcato. Perché non siamo di fronte ad un’azienda che faccia ricerca in Italia per poi produrre all’estero, e allora l’italianità sarebbe quanto meno parziale. Meliconi, al contrario, fa tutto in casa. E nella trattativa di vendita, cari negozianti, questo è un valore da comunicare. 

Oltre a ciò, esistono altre ragioni di una leadership rafforzata sotto la tempesta di consumi in ritirata. Prima ragione. L’offerta di Meliconi non è standard bensì si ritaglia sulle esigenze dei diversi canali retail e in qualche caso addirittura anche sulle esigenze di singole insegne. Ciò vuol dire starsene costantemente fuori dalle turbolenze di mercato, assicurando serenità al cliente rivenditore e garanzia di margini. 

Inoltre la gamma premium è stata aggiornata con caratteristiche uniche nel mercato e che rispondono alle aspettative dei consumatori, che Meliconi tiene sotto osservazione con ricerche sul campo. Il sistema Fast Block, per esempio, permette l’installazione del supporto tv anche da una sola persona e in totale sicurezza. 

Un’altra carta giocata dall’azienda bolognese, e che ha portato frutti, riguarda il lancio del brand nella fascia media con la gamma Flat Style, che da un lato schiera la forza smisurata del marchio Meliconi e dall’altro si gioca un rapporto qualità-prezzo di tutto rispetto. 

E per ultimo il vero asso nella manica. Sempre secondo le ricerche di mercato di Meliconi, tra le barriere all’acquisto di un supporto tv un elemento rilevante lo registra la parete di cartongesso. Chi ce l’ha teme che non regga il tv. Ora, facciamo un indovinello: quanti mai saranno i consumatori ad avere almeno una parete di cartongesso in casa nel nostro Paese? Il 10 per cento? Il 15? Il 20? No, quasi il 50 per cento. Ecco, allora, che Meliconi comportandosi da leader di mercato, prima di tutti gli altri (e ancora unica), allarga in modo considerevole le opportunità di business per il retail. Lo fa adattando prodotti già esistenti delle gamme premium, ma anche realizzando prodotti ex novo dedicati proprio al cartongesso, peraltro certificati dall’istituto indipendente TÜV SÜD.