Giovedì, 15 Luglio 2021 15:55

Optime: Davide Rossi confermato presidente

Presentato il rapporto annuale 2021. Ancora tante le sfide aperte: dall'evasione dell'Iva alle diseguaglianze fiscali, alle responsabilità delle piattaforme.

Davide Rossi, presidente di Optime Davide Rossi, presidente di Optime

L'assemblea generale di Optime - Osservatorio per la Tutela del Mercato dell’Elettronica in Italia - ha confermato Davide Rossi nella carica di presidente e in occasione dell'incontro pubblico che ne è seguito, è stato presentato il consueto rapporto annuale. Analizzati problemi delicati come l'evasione dell'IVA, della SIAE e del RAEE, oltre a spread fiscale, nuove etichette energetiche, truffe e responsabilità delle piattaforme. Inoltre, sono stati affrontati nuovi fronti di intervento per il prossimo anno, come le maglie larghe in alcune dogane europee, le derive connesse al processo di switch-off televisivo e del refarming della banda 700 MHz, la vendita di software pirata e le aste promosse via social e il ruolo delle piattaforme di instant messaging.

“Non è certo un esercizio semplice sintetizzare in un breve capitolo conclusivo le variegate minacce che sono state individuate dall’Osservatorio e che si è cercato di raccontare e spiegare nelle pagine del rapporto - commenta Rossi. La nostra missione presuppone un approccio olistico alla legalità: nessuno può dirsi corretto se fa affari con operatori senza scrupoli perché dal punto di vista legale non è – ancora, speriamo per poco – tenuto a fare verifiche sulla identità o sugli omessi adempimenti del proprio compagno di viaggio commerciale. Ecco allora che solo combattendo con il massimo impegno di tutti gli operatori - compresi quelli che amano porsi come outsider e sventolano il proprio pedigree di innovatori - ogni forma di illegalità sarà possibile garantire un futuro solido per le imprese che sapranno così essere partner affidabili nel supporto e nella esecuzione di ogni iniziativa pubblica mirata alla ripresa dell’Italia”.