Giovedì, 09 Gennaio 2020 08:55

La scarpa digitale è italiana

Microelettronica e intelligenza artificiale per adattare aderenza e ammortizzazione della suola alle condizioni del terreno e alle condizioni dinamiche dell’utente.

La stessa scarpa per diversi contesti. È possibile grazie a Wahu, la prima suola al mondo capace di adattarsi immediatamente ai cambiamenti dell’ambiente esterno e allo stato dinamico della persona che indossa la scarpa. Wahu, nata all’interno della Fabbrica di Imprese e-Novia, ha debuttato al CES di Las Vegas (Usa), il più importante evento mondiale dedicato alla tecnologia di consumo, presentando il suo ultimo prototipo. Combinando design e tecnologia, Wahu consente la modifica strutturale della suola e, di conseguenza, di aderenza ed ammortizzazione, per ottimizzare il controllo di trazione durante la camminata. Come lo fa? Attraverso micro-compressori, cavità interconnesse e intelligenza artificiale per l’attivazione di impostazioni, comandabili tramite un’app, che massimizzano la performance e offrono un comfort totale in ogni situazione, dall’indoor al trail, dal trekking al contesto urbano. La digitalizzazione della scarpa consente la creazione di servizi innovativi. Grazie a percezione e intelligenza artificiali integrate, Wahu è in grado, ad esempio, di generare sulla base dell'andatura, la firma digitale dell’utente, di analizzare la sua pressione plantare o prevenire le cadute.