Sabato, 17 Aprile 2021 09:11

In Europa smart home in forte crescita

Il segmento dei dispositivi intelligenti è cresciuto del 24% nel 2020. Ma cosa fare per rendere i prodotti ancora più appetibili dai consumatori?

Nel corso del 2020 il segmento dei dispositivi smart per la casa è cresciuto del 24% per un controvalore pari a 28 miliardi di dollari nei 7 principali mercati europei (Germania, Francia, Italia, Gran Bretagna, Spagna, Belgio, Paesi Bassi. Sono cresciute del +9% le vendite di prodotti Smart Entertainment & Office. Altri due settori in forte espansione sono il Piccolo Elettrodomestico smart e quello dei dispositivi connessi per la Salute e il benessere (come dispositivi per l’auto-diagnosi, fitness tracker, smartwatch sportivi, ecc). Tra i prodotti che hanno registrato la crescita maggiore ci sono gli aspirapolvere connessi (+43%). Nel 2020 i consumatori hanno passato più tempo del solito in cucina e di conseguenza anche gli elettrodomestici connessi per la preparazione del cibo sono cresciuti (+71,5%). Ad esempio, i piani cottura con funzionalità smart hanno registrato una crescita delle vendite del 48,2%.

Anche gli altoparlanti con assistente vocale integrato registrano un trend fortemente positivo. Il controllo vocale si sta sempre più affermando come lo strumento per interagire con i diversi prodotti smart presenti all’interno della casa e nel corso del 2020 le vendite di dispositivi a controllo vocale sono cresciute di quasi il 61% a livello europeo.

Ben il 52% degli italiani è convinto che nei prossimi 2-3 anni le tecnologie digitali avranno un impatto positivo sulla propria casa.

Cosa devono fare quindi le aziende produttrici e i retailer per sfruttare al meglio le opportunità della Smart Home e conquistare nuovi consumatori? Secondo le analisi di GfK è fondamentale:
• comunicare i vantaggi concreti: i consumatori devono percepire i prodotti Smart come utili, in grado di soddisfare un loro bisogno specifico, ma senza richiedere tempo e sforzo nel capire come funzionano. La semplicità è fondamentale. È quindi importante creare la necessaria consapevolezza sui reali benefici che questa tecnologia può veicolare;
• lavorare sulle barriere d’acquisto: tra i motivi che frenano gli acquisti ci sono la percezione dei costi elevanti dei prodotti smart, le preoccupazioni legate alla privacy e alla sicurezza e la scarsa conoscenza delle tecnologie che stanno dietro alla Smart Home;
• puntare sull’integrazione tecnologica: per realizzare il vero potenziale della Smart Home è necessario che i diversi dispositivi presenti in casa riescano a lavorare insieme senza soluzione di continuità. La semplicità è una caratteristica indispensabile: semplicità di installazione, di utilizzo, di manutenzione, di comunicazione tra i diversi dispositivi.