Lunedì, 28 Dicembre 2020 08:39

RECENSIONE: Samsung S20 FE 5G, lo smartphone del 2020 (per noi)

Un telefono veloce, dalle performance bilanciate, con una notevole dotazione fotografica e finalmente una batteria che dura a lungo.

Samsung ha ascoltato le richieste del suo pubblico lanciando sul mercato l'ultima incarnazione della linea S20: il “Fan Edition”. Esistono due varianti di questo modello, una con connessione classica (599 euro a listino) e l’altra con modulo 5G (699 euro). Noi in questa recensione parleremo di quest’ultima. S20 FE 5G equipaggia al suo interno il migliore tra i SoC disponibili (System on a chip), ovvero il processore, che è il Qualcomm 865 con modulo 5G, appunto. Al contrario la versione 4G che costa un centinaio di euro in meno “monta” i processori Samsung Eynos, già visti sulla linea S10 e S20 classica. Vi basti sapere che al momento il chip prodotto dall'americana Qualcomm è quanto di meglio si possa trovare in circolazione per un dispositivo mobile, sia in termini di potenza che di autonomia con il suo processo produttivo a 7nm. D'altra parte il vero tallone d'Achille di molti prodotti Samsung è proprio il consumo. Una potenza “senza controllo” come quella che può erogare il chip Eynos è stato appurato essere sproporzionata all'utilizzo che ne viene fatto: quello in mobilità. E i cellulari al giorno d'oggi hanno un tremendo bisogno di durare a lungo.

Qualcomm 865 riesce a garantire performance altissime e un risparmio energetico stimabile tra il 20 e il 25%, che a fine giornata non è poco. Ecco che, grazie alle continue promozioni dei negozi e al “trade-in” di Samsung con le valutazioni dei vecchi dispositivi, investire queste cento euro in più è una operazione decisamente intelligente e consigliabile. Il processore è coadiuvato da 6GB di RAM, perfetti per le funzionalità multimediali di ogni giorno, forse pochi rispetto alla concorrenza che solitamente è più generosa in questa precisa caratteristica. Segnaliamo che sul mercato esistono comunque due versioni: da 128 GB di memoria interna con appunto 6GB di RAM e una da 256 con 8 GB di RAM: noi abbiamo testato la prima.


Veniamo al resto del telefono. Samsung posizione il suo S20 FE a metà strada tra i top della serie A e i suoi migliori S20 e Note20, un telefono “di raccordo” che incorpora il meglio di ognuna di esse. Per contenere i costi il produttore si è affidato all'utilizzo del policarbonato al posto del vetro per rivestire la parte posteriore dello chassis. Il feeling è ovviamente diverso dai top di gamma e il materiale risulta più “cheap”, ma in ogni caso la sensazione è più che buona. L'utilizzo di questa plastica nobile ha consentito a Samsung di poter contenere peso (solo 190 grammi) e prezzo, sotto gli 800 euro, nonché di potersi sbizzarrire con le varianti di qualsiasi colore poiché il policarbonato risulta più facile da trattare in questo senso.


La scocca è rivestita all'interno con una guaina protettiva che rende il telefono certificato IP68, ovvero con resistenza contro schizzi e liquidi che lo rende utilizzabile anche sotto la pioggia o in condizioni meno sicure, purché non finisca sott’acqua. L'altoparlante, ancora una volta sviluppato in collaborazione con l’azienda austriaca AKG (sussidiaria di Samsung), è di ottima fattura e con i suoi due speaker stereo posizionati appena sotto il vetro rende l'S20 FE un prodotto ideale per riprodurre audio e video in alta qualità, anche se abbiamo notato un volume audio generale leggermente più basso rispetto a prodotti analoghi.

Il comparto fotografico è ancora una volta “made in Sony”, visto che lo smartphone equipaggia un obiettivo IMX 555 da 12MP che già viene montato sui top di gamma di Samsung. Foto e video in 4K, anche a 60fps, significa una qualità video e una fluidità super, in ogni condizione. Se si vuole cambiare fotocamera e mettere per esempio il grandangolare, però, dobbiamo sacrificare il 60fps a favore dei 30fps. Secondo obiettivo grandangolare con campo da 123° e altro obiettivo da 8MB sul retro, completano la configurazione del comparto fotografico. La fotocamera frontale ha una qualità da 32MP. Ottime per performance in situazioni di scarsa illuminazione, stabilizzazione ottica dell'immagine e autofocus di rilevamento doppio.


Tornando all'autonomia, l'accoppiata processore Qualcomm e una generosa batteria da 4500 mAh garantiscono finalmente una durata del dispositivo al passo con la concorrenza: l'annoso problema del drenaggio spesso legato a Samsung sembra essere definitivamente superato. O almeno, visto che il produttore dichiara di aver “ascoltato i fan”, parrebbe incredibile che con la prossima generazione torni sui suoi passi.

4ee25525-0d62-4429-ab56-882bf1648685.jpg


S20 FE monta un display super Amoled con un refresh rate fino a 120fps, fattore che riesce a donare una fluidità pazzesca allo scrolling delle pagine web, nell'utilizzo di molte app e dello streaming di contenuti video particolari (per esempio, su Youtube). Il tutto, ribadiamolo ancora una volta, senza doverci preoccupare della batteria. Quello che invece crediamo sia migliorabile è sicuramente il modulo di ricarica rapida in dotazione, che non raggiunge nemmeno i 25W (servirebbe un adattatore apposito, che per altro Samsung stessa inserisce nelle confezioni ormai da anni), laddove la concorrenza già utilizza i 45W o i 65W.

Parliamo anche della dotazione software e delle peculiarità del sistema operativo. Come al solito Samsung ha abituato bene l'utente finale con un SO molto rifinito ed esteticamente bello e funzionale. Dopo alcuni primi bug al touch screen, il produttore coreano ha risolto alcuni piccoli problemi di precisione del tocco con le ultime patch scaricabili direttamente avviando il dispositivo. Samsung S20 FE equipaggia la sua applicazione DEX per la condivisione video veloce, il Quick Share per ricaricare altri dispositivi, modalità Always on display, modalità notturna e ONE UI 2.5 basato su Android10 con i suoi widget rinnovati e la personalizzazione ancora più estrema. La gestione del telefono in generale, la batteria, ma anche la fotocamera, sono guidati dall'ormai onnipresente intelligenza artificiale. Concludiamo annotando la mancanza del canonico jack cuffie da 3.5 che in molti ancora utilizzano: una scelta ormai quasi standard per dispositivi di questa fascia prezzo a causa della tendenza dei produttori a spingere per l'acquisto delle proprie cuffie wireless.

Samsung S20 FE è un telefono che consigliamo a tutti, una piacevole sorpresa che apre una nuova strada nella politica del produttore riguardo alle sue future uscite. Un telefono veloce, dalle performance bilanciate, con una notevole dotazione fotografica e finalmente una batteria che dura a lungo.

 

PRO:

Processore Qualcomm 865

Autonomia notevolmente migliorata

Comparto foto/video eccellente

 

CONTRO

Ricarica rapida da migliorare

Niente jack cuffie da 3.5

Materiali più economici

65a8c685-bd3a-4140-8954-7c7391ccd11d.jpg

Schermata 2020-12-28 alle 07.31.27.png

Altro in questa categoria: « RECENSIONE - Oppo Reno4 Z