Sabato, 24 Giugno 2023 09:08

RECENSIONE - Realme C55: si alza il livello del primo prezzo

Se consideriamo la fascia che va dai 100 ai 250 euro, possiamo tranquillamente affermare che Realme è uno dei protagonisti più agguerriti del mercato smartphone. 

Se consideriamo la fascia prezzo che va dai 100 ai 250 euro, possiamo tranquillamente affermare che Realme è uno dei protagonisti più agguerriti del mercato smartphone. Fino a pochi anni fa considerati telefoni basilari e dalle caratteristiche tecniche utili a malapena a far girare i servizi di messaggistica, grazie alla concorrenza (spietata) e alle innovazioni degli ultimi anni stiamo assistendo a una decisa evoluzione dei dispositivi cosiddetti “economici”. Ecco che oggi con circa 200 euro si può acquistare un Realme C55, il cui prezzo varia dai 219 euro ai 249 euro (costo di lancio) in base alla dotazione di memoria: versione base con 6 GB di RAM e 128 GB di memoria di archiviazione, 8 GB di RAM e 256 GB in quella top. Ma non solo.

Innanzitutto la dotazione: aprendo la scatola troviamo un ricco corredo intorno al telefono. Non solo sono presenti cavo di ricarica e adattatore per la corrente (accessorio che i produttori regalano sempre più raramente), ma anche una custodia in silicone e una pellicola protettiva pre-applicata sul dispositivo. Insomma tutto quello che serve per utilizzarlo immediatamente “in sicurezza”.

WhatsApp Image 2023-06-14 at 21.17.13.jpeg

Realme C55 è un telefono dalla scocca elegante e dalle rifiniture costruttive assolutamente di pregio rispetto al suo prezzo. Le linee squadrate potrebbero non piacere a tutti ma permettono una presa sicura e senza indugi, mentre il retro dello chassis ospita un grande pannello dove sono incastonate le due fotocamere posteriori. Al suo interno, il cuore pulsante è rappresentato dal processore Helio G88 MediaTek con prestazioni soddisfacenti (2 GHz di velocità) per le operazioni più comuni, ma poco adatto a videogiochi e applicazioni pesanti. La possibilità di espandere la memoria di archiviazione è garantita dallo slot MicroSD che è compatibile fino a 1 TB con spazio esclusivo rispetto alle due SIM supportate.

Il display non è ovviamente un AMOLED - sarebbe fin troppo per il suo prezzo - ma ovviamente è dotato di tecnologia LCD IPS con un grande pannello da 6,72 pollici dalla risoluzione HD+. Nella parte inferiore troviamo l’ingresso cuffie standard con il jack da 3,5 pollici, la porta USB Type-C e lo speaker per l’audio. 

In contrasto con la moda degli ultimi anni di collocare più sensori possibile sul retro di un telefono, Realme C55 è un “semplice” dual-camera con un obiettivo principale da 64 megapixel che fa il suo dovere senza miracoli. Purtroppo notiamo qualche difetto nelle foto con scarsa luminosità e con lo zoom attivato, ma per il resto si segnalano colori molto vividi e profondità d’immagine ottima per la sua gamma. Tutte le modalità della fotocamera sfruttano anche gli algoritmi dell’AI proprietaria che riduce il rumore di fondo delle foto ed enfatizza l’immagine in base a cosa stiamo inquadrando, in modo automatico. La qualità dei video è appena soddisfacente, non arrivando a risoluzioni elevate (si ferma a 1080p) e utilizzando un frame-rate ibrido 30/60 in base alla modalità scelta.

Realme C55 è un telefono economico dotato però di molti “comfort”, per esempio il lettore di impronte sul tasto laterale che funziona benissimo e con grande reattività al tocco. La connettività è quella standard 4G LTE e la ricarica è rapida con 33W di potenza che permette una carica completa da zero a cento in circa 45 minuti. 

Il feeling generale con il telefono è più che positivo. Le azioni più comuni come navigare e utilizzare le app di messaggistica filano via veloci e senza intoppi, grazie anche alla frequenza di aggiornamento di 90 Hz del display che normalmente viene utilizzata da modelli di fascia e prezzo ben superiori. L’autonomia è garantita dalla generosa batteria da 5000 mAh che ci ha fatto arrivare a sera con il telefono ancora acceso, senza tanti intoppi o consumi anomali. 

Un’altra nota positiva viene dal software installato: Realme C55 ha già Android 13 con la personalizzazione del produttore chiamata UI 4.0, insomma c’è dentro il sistema operativo più aggiornato e con i criteri di sicurezza più stringenti.

In definitiva consideriamo questo smartphone come uno dei migliori modelli “entry level” in circolazione, grazie a prestazioni equilibrate, software aggiornato e alla generosa dotazione di memoria.

 

PRO

Tanta memoria RAM e ROM

Utilizza già Android 13

Corredo completo nella scatola

Grande autonomia

 

CONTRO

Non è un mostro di potenza

Qualche incertezza nel comparto fotografico

WhatsApp Image 2023-06-14 at 21.17.14.jpeg