Venerdì, 05 Agosto 2022 19:13

'NutrInform Battery' ci insegna la giusta ricarica (di calorie)

L’etichetta nutrizionale, anche in versione app, promuove una maggior consapevolezza alimentare. Il progetto è  del Mise (Ministero Sviluppo economico) insieme con altri ministeri ed enti di riferimento del nostro Paese. 

Aiutare i consumatori a fare scelte alimentari più consapevoli e informate è l’obiettivo del sistema smart NutrInform Battery, composto da un’etichetta nutrizionale fronte-pacco (da applicare cioè sul fronte dell’imballaggio degli alimenti preconfezionati), che diventa smart nell’applicazione scaricabile gratuitamente e utilizzabile dal consumatore sul proprio dispositivo mobile. Si tratta di una iniziativa progettata, realizzata e promossa dai ministeri italiani della Salute, dello Sviluppo economico, delle Politiche agricole, alimentari e forestali, in collaborazione con l'Istituto Superiore di Sanità e altri enti accreditati, insieme ad associazioni rappresentanti della filiera agroalimentare. È una proposta di portata nazionale e internazionale: oltre a essere uno strumento informativo per il consumatore italiano: il sistema NutrInform Battery è stato presentato alla Commissione UE, al lavoro per definire un’etichettatura nutrizionale europea, in alternativa al sistema dell’etichetta semaforo, o Nutri-Score, promossa e adottata dalla Francia e altri Paesi, che consiste in una scala di classificazione cromatica/alfabetica a cinque livelli: dal verde (alimenti sani) al rosso (alimenti da evitare), dalla lettera A per i prodotti più salutari, alla lettera E per quelli nocivi. Un sistema che non soddisfa l’Italia perché valutato poco educativo e penalizzante per alcune eccellenze alimentari. Ad esempio il Parmigiano Reggiano e il Grana Padano, secondo Nutri-Score, sono classificati in arancione, lettera D: quasi da bandire.

Come funziona NutrInform Battery
Il progetto promosso dall’Italia punta a migliorare la consapevolezza e l’educazione alimentare dei consumatori: l’etichetta non classifica il cibo in buono o pericoloso, ma riporta la quantità di nutrienti e il valore calorico contenuti nella porzione consigliata per il consumo quotidiano. Ogni batteria - il simbolo grafico scelto - comunica in modo diretto le informazioni nutrizionali dei cinque elementi fondamentali per il controllo della dieta quotidiana: quante calorie, grassi, grassi saturi, zuccheri e sale per la tale porzione di alimento; il tutto in rapporto al fabbisogno giornaliero raccomandato al consumatore (circa 2000 calorie). Tutti i valori di riferimento (Dietary Reference Values) della NutrInform Battery sono stabiliti dall’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA).

Campagna Comunicazione NutrInform

“Il gusto di essere informati”
NutrInform Battery è anche una app: qui l’etichetta diventa dinamica e la batteria si carica secondo gli alimenti che consumiamo nelle 24 ore. Come? Scannerizzando il codice a barre della confezione o tramite ricerca anagrafica, possiamo aggiungere cibi o bevande che consumiamo, sono presenti i dati nutrizionali di tutti i prodotti confezionati e distribuiti in Italia, e per facilitare ulteriormente il controllo, sono presenti anche i valori nutrizionali per porzione consigliata di oltre 300 ricette di piatti abitualmente consumati nel nostro Paese. L’app identifica l’alimento e restituisce i valori nutrizionali corrispondenti alla porzione suggerita, ma si può modificare la quantità. Questi dati si accumulano nella batteria che visivamente si caricherà sommando i cibi assunti; alla fine della giornata avremo una rappresentazione immediata di quante calorie abbiamo ingerito, quanti grassi, zuccheri, sale. Per promuovere un’ampia diffusione dell’app tra i cittadini-consumatori, il Mise ha avviato una campagna di comunicazione e informazione sui media, in particolare sui canali digitali, dove sarà possibile scaricare direttamente l’applicazione. Il titolo è: “NutrInform Battery, il Gusto di essere informati”, testimonial è la campionessa olimpionica Federica Pellegrini che avrà il compito di presentare e promuovere la nuova applicazione. Per maggiori informazioni: NutrInformbattery.it . (l.c.)