Ricerca per tag: Nathan

Tre tipologie di consumatore prese di mire dal nostro Nathan, addetto vendita sotto copertura: quello che ha fretta, quello che vuole tutto e subito, e quello che non sbaglia mai.

I ritmi sono più umani e possiamo addirittura scambiare due parole con il cliente finale. Ma durante tutto il resto dell’anno…

Con il caldo, le vacanze e le ferie da smaltire, di quattro gatti che eravamo in negozio siamo rimasti in due a servire i clienti.

Ogni volta che cambia una figura apicale dell’organizzazione aziendale, colui che subentra deve marcare la differenza rispetto al suo predecessore. Ma non è detto che cambiare per cambiare porti a un risultato apprezzabile.

Martedì, 17 Maggio 2022 10:30

Numero di Maggio-Giugno 2022

Il numero di Maggio-Giugno 2022 è scaricabile attraverso questo link: https://bit.ly/3lhVo8z.

Pubblicato in Riviste digitali

Due "categorie" di colleghi venditori da cui dipendono successi o insuccessi dell'azienda più di quanto si pensi. Testimonianza di Nathan, addetto vendita da oltre vent'anni.

Ultimamente mi fa ben sperare il fatto che i consumatori stiano lì per qualche minuto ad ascoltare i miei consigli per poi, magari, presentarsi più avanti disposti a spendere quei 50/100 euro in più per un prodotto più affidabile.

Domenica, 19 Settembre 2021 12:33

A quando il bonus relax per noi addetti?

In tempi di incentivi all’acquisto di tutti i tipi, in negozio si presentano consumatori con le richieste più strampalate.

Gli si era rotta la lavastoviglie. Consigli, tempo perso, consegna immediata (da parte mia). Nulla da fare. Per trenta denari.

Sabato, 19 Giugno 2021 17:50

Ogni maledetta domenica (di nuovo)

A un mese dalla riapertura dei centri commerciali nei fine settimana, cosa ho visto nel mio negozio?

Ci propinano tecniche standard che “uccidono” la creatività e aumentano la monotonia del nostro lavoro in negozio. Mentre i clienti - sembra incredibile - sono l’uno diverso dall’altro.

Articolo firmato da Nathan, pseudonimo di un addetto vendita con oltre vent'anni di esperienza.

In negozio la confusione resta alta e i consumatori non sono sempre “governabili”.

E il servizio migliora visto che gli addetti vengono spalmati su cinque giorni e non più su sette.

Quando il mare si calma, è un attimo dimenticare gli sforzi fatti per aver tenuto a galla l’imbarcazione durante la tempesta.

Da chi entra, noi commessi siamo considerati solo degli ostacoli tra l’offerta promozionale e la conquista del prodotto. E se da due mesi la promozione è continua.…

Domenica, 15 Novembre 2020 08:44

Numero di Novembre-Dicembre 2020

Il numero di Novembre-Dicembre 2020, la cui versione cartacea sarà in distribuzione nei prossimi giorni, è scaricabile al link: https://bit.ly/36zje88

Pubblicato in Riviste digitali

Noi addetti vendita tendiamo a stare molto attenti con chi entra in negozio, ma la mia esperienza dice che ci rilassiamo troppo con amici e colleghi.

Riceviamo da un commesso di Unieuro e ben volentieri pubblichiamo. Ringraziandolo, riteniamo superfluo ogni commento.

Anche i commessi sono consumatori: se per i loro acquisti vengono indotti dal management a “tradire” il negozio dove lavorano, allora il danno di immagine per l’insegna è pesante.

Il primo contatto con il consumatore non può essere affidato solo ad una risposta automatica via mail o sperare che un addetto vendite, che sta servendo un cliente o prelevando prodotti dal magazzino, possa anche improvvisarsi centralinista.

Pagina 1 di 2